AER: Molti debiti sono prescritti o annullabili

Attenti a chiedere la rateizzazione! Si rischia di rigenerare una cartella ormai scaduta.

La storia: imprenditore sull’orlo del suicidio, con cartelle non pagate per metà prescritte.

Forse non tutti sanno che non solo i reati ma anche i conti in sospeso col fisco hanno la data di scadenza.

Facendo una stima approssimativa, potremmo dire che un 30-35% del carico globale è prescritto. I tempi dipendono dal tipo di debito. Un bollo auto si prescrive in tre anni. Un contributo Inps in cinque.

In generale, la prescrizione è quinquennale per il carico previdenziale e tributario. Solo per poche, particolari categorie di tributi matura in un decennio. Equitalia, cui dal primo luglio 2017 è subentrata l’Agenzia delle entrate riscossione, continua a togliere il sonno.

Soprattutto agli imprenditori già stremati dalla crisi.

Un piccolo imprenditore aveva un debito da quasi un milione di euro sulla testa. Aveva chiuso l’azienda. Non dormiva più. Diceva di volersi suicidare. Il suo cumulo di cartelle non pagate era per metà prescritto e per metà non notificato correttamente. Si stava rovinando la vita per un credito dichiarato inesistente.

Prescrizione e notifiche sono solo due dei possibili motivi di impugnazione degli atti.

Ma occhio ai termini: Spesso si confondono i sessanta giorni di tempo a disposizione per pagare con il termine di impugnazione, che invece è di appena venti giorni.

Ed è perentorio: passati quelli, l’atto non è più impugnabile.

Insomma, prima di allarmarsi meglio far setacciare le cartelle da un professionista.

Possibilmente senza prendere iniziative avventate, tipo chiedere la rateizzazione, se non si è certi di dover pagare.

Può essere come darsi una zappa sui piedi. Capita anche che siano gli stessi contribuenti a riportare in vita un debito morto e sepolto.L’istanza di rateizzazione, infatti, è un impegno al pagamento ed è incompatibile con una richiesta di dichiarare la prescrizione, perché rigenera il debito anche se prescritto.

Per avere una consulenza iniziale gratuita e verificare la tua situazione non esitare compila la richiesta!